You are here

NI Academic Day - Milano, 27 febbraio

NIDays 2013

NI Academic Day

National Instruments incontra i docenti e le Università

National Instruments crede fermamente che gli studenti di oggi debbano essere supportati per diventare gli innovatori di domani. I programmi di formazione e ricerca sono il motore del progresso economico e della crescita internazionale di un paese: possedere gli strumenti giusti permette di lanciare con successo le innovazioni ottenute con la ricerca sul mercato industriale.

È proprio in questa direzione che si muove il programma accademico di National Instruments con l’intento di colmare il divario fra ricerca ed esigenze di mercato.

NI Academic Day sarà occasione di discussione sulle moderne sfide del mondo accademico italiano e di approfondimento sugli strumenti a disposizione per il loro raggiungimento.

NI Academic Day Agenda
11h30

Keynote: il Programma Accademico di National Instruments
Yiannis Pavlou, European Academic Director National Instruments

La presentazione verterà sull’impatto che i prodotti educational di National Instruments, come NI ELVIS, NI USRP e NI myDAQ, stanno avendo sui programmi accademici delle Università di tutto il mondo e mostrerà come la progettazione grafica di sistemi sta contribuendo concretamente alla ricerca in aree strategiche. Saranno citati alcuni casi di partnership tra atenei, grandi aziende e piccole e medie imprese, che hanno permesso di immettere con successo i frutti della ricerca sul mercato industriale. Scopriremo anche come la rete di partner di National Instruments sia di supporto alla creazione e promozione di spin-off in diversi ambiti della ricerca e ingegneria.

12h10

Quando l’hardware diventa software: sviluppo di un transceiver wireless altamente riconfigurabile. L’esperienza dell’Università di Brescia
Prof. Alessandra Flammini e Emiliano Sisinni, Università di Brescia

L’evento discute l’impiego del paradigma Software Defined Radio (SDR) presso l’Università di Brescia. In particolare, l’adozione di una SDR ha permesso di semplificare la realizzazione di un transceiver wireless modulare che, pur preservando la compatibilità con gli attuali standard di riferimento, potesse implementare e verificare le prestazioni di soluzioni innovative. Sono stati in tal modo di fatto superati i vincoli derivanti dall’uso di hardware commerciale, vincolato ad operare all’interno dei limiti posti dal costruttore. In particolare, gli studi coinvolti sono stati indirizzati a risolvere il problema della sincronizzazione temporale nell’ambito delle reti di sensori wireless basate su radio IEEE802.15.4

12h50 Break
15h30

Supervisione e controllo di sistemi complessi e robotici: come innovare con LabVIEW
Prof. Roberto Setola, Università Campo BioMedico di Roma

L’intervento illustrerà le attività in essere presso il Laboratorio Sistemi Complessi e Sicurezza dell’Università Campus BioMedico di Roma per quel che riguarda il controllo evoluto di robot mobili e la supervisione di complessi sistemi geograficamente distribuiti

16h10

La progettazione in LabVIEW FPGA e le migliori Best Practice
Simone Suaria, National Instruments

Grazie a LabVIEW FPGA sarai in grado di programmare dispositivi di I/O riconfigurabile (RIO) senza necessariamente essere esperto di VHDL o Verilog. In questo modo potrai progettare, prototipare e distribuire sistemi embedded con maggiore rapidità e flessibilità. Durante questa sessione tecnica apprenderai le fasi del flusso di progettazione di LabVIEW FPGA e conoscerai le migliori Best Practice per impostare la progettazione e implementazione iniziali della tua applicazioni.

17h40 Premiazione LabVIEW Academy e conclusione lavori