Presentazioni NIDays 2015

Keynote del mattino - Dai vita all’internet delle cose insieme a NI

Shelley Gretlein, Matteo Bambini, National Instruments

L’approccio platform-based trasforma le tue idee in realtà. Permette l’esecuzione di test automatizzati sui prodotti di ultima generazione, la progettazione, la prototipazione e il monitoraggio di sistemi industriali, così come lo sviluppo di sistemi basati sulla comunicazione wireless. Aziende all’avanguardia come Piaggio Aero Industries e i Partner NI dimostreranno come l’approccio basato su piattafoma consenta la creazione e lo sviluppo all’interno dell’Internet of Things.
 
Vinci le grandi sfide dell’ingegneria insieme a NI

Rob Morton, Fabio Cortinovis, National Instruments

Le grandi sfide dell’ingegneria impatteranno positivamente sul futuro della società moderna. Il rapido avanzamento tecnologico giocherà un ruolo chiave nella ricerca sulla fusione nucleare, nell’innovazione del settore medicale, nell’ottimizzazione dellle infrastrutture urbane, e negli studi di reverse enginering del cervello umano. Tra i vari interventi, il direttore del Dipartimento di Meccanica del Politecnico di Milano dimostrerà come affrontare al meglio queste grandi sfide, fornendo gli strumenti necessari alla prossima generazione di innovatori.
 
La 4ª rivoluzione industriale

Maria Chiara Carrozza, Scuola Superiore Sant’Anna

La Professoressa Maria Chiara Carrozza illustrerà come robotica, internet delle cose e automazione influiranno direttamente sul futuro dell’industria dei servizi (sanità, entertaiment, pubblica amministrazione, servizi alla persona). Un mix di tecnologia e robotica messe a confronto con la società di oggi e di domani, con uno sguardo rivolto verso il mondo del lavoro, dell’istruzione e della sanità del futuro. Segui il suo intervento per capire come cambierà la vita di ognuno di noi.
 
Muovi i primi passi in LabVIEW
La sessione è dedicata alla persone che vogliono conoscere l’ambiente di sviluppo NI LabVIEW per creare applicazioni modulari, flessibili in grado di comunicare con sistemi d’aquisizione dati e sistemi di controllo.
 
Le novità di LabVIEW 2014
NI LabVIEW 2014 abbraccia le più recenti tecnologie hardware, semplifica lo sviluppo di applicazioni con nuove funzionalità, e amplia le sue possibilità grazie a numerosi nuovi toolkit. Non perderti questa sessione se sei uno sviluppatore LabVIEW.
 
LabVIEW per il test di trasmettitori RF per telecomunicazioni con Envelope Tracking (ET) e Digital Predistortion (DPD)

Phd Tommaso Cappello, Università di Bologna

Partecipa a questa sessione dove mostreremo come librerie e toolkit specializzati di LabVIEW per la generazione e l’analisi di segnali a modulazione digitale hanno consentito la prototipazione rapida di un sistema compatto per il test di un trasmettitore ET+DPD facendo leva sulla strumentazione software-designed di ultima generazione NI VST.
 
Riutilizza file .m, librerie condivise .dll e modelli .mdl in LabVIEW
Hai del codice già sviluppato che desideri riutilizzare? In questa sessione ti mostreremo come integrare diversi modelli computazionali all'interno di LabVIEW, da semplici DLL ed assembly .NET, fino ad algoritmi scritti in file .m e modelli di simulazione .mdl.
 
Pensi di non aver bisogno di un chip FPGA? Ripensaci!
I chip FPGA sono il cuore di una vasta gamma di applicazioni, dal data logging al controllo avanzato.
In questa sessione, imparerai come si possono utilizzare chip FPGA senza possedere esperienza pregressa su linguaggi VHDL o Verilog.

 

Il progetto SOLAR e la generazione diffusa di potenza elettrica da fonte solare

Marco Potenza, UniSalento

L'utilizzo dei concentratori parabolici lineari per la produzione di energia elettrica da fonte solare a bassa media ed alta entalpia rappresenta un’applicazione ormai consolidata in ambito energetico. Partecipa a questa sessione per scoprire come la soluzione NI CompactRIO gestisce l'inseguimento dei concertatori solari, dei sistemi ausiliari e monitora i parametri termodinamici dell'impianto.
 
Semplificare la progettazione di sistema con il nuovo controller NI CompactRIO
In questa sessione scoprirai le novità del nuovo CompactRIO, dalla nuova uscita display integrata, all’integrazione diretta con i sistemi di visione facendo leva sulla nuova tecnologia Xilinx Kintex7 affiancata a un processore Intel Atom.
 
Scegli la giusta piattaforma per la tua prossima applicazione di controllo o monitoraggio distribuito
NI CompactDAQ e CompactRIO potrebbero risultare molto simili nel fattore di forma, ma in realtà presentano caratteristiche e offrono vantaggi completamente diversi tra loro. In questa sessione presenteremo le ultime versioni delle due piattaforme così che tu possa fare la giusta scelta per la prossima applicazione.
 
Gestisci al meglio la sicurezza dei sistemi embedded LabVIEW RIO
Sulla scia del worm Stuxnet e delle crescenti minacce informatiche, vi è una preoccupazione profonda per la sicurezza dei dispositivi industriali ed embedded. In questa sessione esaminaremo al meglio le migliori pratiche e gli strumenti che NI offre per la protezione dei sistemi embedded riconfigurabili NI RIO.
 
Dimensioni ridotte, maggiore flessibilità con il nuovo sistema embedded NI SOM
Per una distribuzione su larga scala senza eguali ti presentiamo il nuovo “System on Module” (SOM) di NI, le sue similitudini e le differenze rispetto ai sistemi embedded NI Single-Board RIO.

 

I nuovi strumenti Software-Designed
Il portfolio della strumentazione Software-Designed, guidata dal capostipite NI VST, si amplia offrendo nuove funzionalità per applicazioni di test automatizzato. Partecipa a questa sessione per scopire i nuovi membri della famiglia di Strumenti Software-Designed di National Instruments.
 
Cos'è la Strumentazione Modulare?
L’architettura dei tuoi sistemi di test e collaudo soddisfa i requisiti di qualità e di costo? È scalabile per tenere il passo della crescente complessità dei prodotti da collaudare? Partecipa a questa sessione per capire i vantaggi di un approccio modulare per il test e il collaudo.
 
Una nuova era per il test automatizzato di larga scala dei dispositivi a semiconduttore.
Grazie all’ambiente di sviluppo LabVIEW, al software TestStand e alla flessibilità della piattaforma PXI, National Instruments ha realizzato il nuovo NI STS progettato per il test automatizzato in produzione dei dispositivi a semiconduttore e per soddisfare i continui cambi nei requisiti di test degli stessi.
 
Il progresso della tecnologia RF e delle misure a microonde.
Unisciti a noi per avere un'anteprima delle architetture hardware di test di nuova generazione. In questa sessione saranno messi a confronto i prodotti sul mercato per le misure a RF per soddisfare le tue esigenze di test più stringenti.
 
Dimostratori radar passivi realizzati con tecnologia USRP

Amerigo Capria , CNIT

Tra i progetti di ricerca del Laboratorio Nazionale Rass (Radar e Sistemi di Sorveglianza) del CNIT spicca il dimostratore radar passivo ad array multibanda (banda UHF e banda S) per la sorveglianza costiera. È stata adottata la piattaforma NI USRP al fine di soddisfare i requisiti di flessibilità e modularità necessari.

 

NI VirtualBench vs strumentazione da laboratorio tradizionale: interfacce utente a confronto
Il dilemma: usare manopole e pulsanti reali o utilizzare interfacce utente via software? Scoprilo in questa sessione dove ti mostreremo l'interfaccia Windows e iPad del nuovo NI VirtualBench e come utilizzare i suoi 5 strumenti in un colpo solo.
 
5 consigli utili nella scelta di un sistema di acquisizione dati programmabile
Segui questa sessione dove saranno mostrati vantaggi e compromessi dei sistemi di acquisizione dati chiavi in mano rispetto alle soluzioni modulari, mettendo in evidenza le tecniche per ridurre i rischi associati allo sviluppo di software personalizzato.
 
Dal sensore al sistema: la progettazione e la realizzazione di un sistema di test meccanico

Enrico Bello, MeasureIT

Esplora le migliori tecniche per la realizzazione di un sistema di test meccanico con l’aiuto di MeasureIT, azienda leader nella consulenza e fornitura della componentistica complementare alla piattaforma di test e misura di National Instruments. Analizzeremo le decisioni fondamentali da prendere per la scelta dei sensori, per il loro montaggio, per la connettività, l'installazione, per la scelta dell'hardware guidandoti al successo nella tua applicazione.

 

Felix, il primo robot per il monitoraggio degli scambi ferroviari

Alessandro Salvucci / Benedetto Ippoliti, Gruppo Loccioni / Benedetto Ippoliti RFI

Facendo leva sulla tecnologia embedded e il modulo di visione artificiale NI, il gruppo Loccioni crea il primo robot in grado di processare le immagini relative ai deviatoi e realizzare una ricostruzione 3D della superficie ispezionata per monitorare eventuali anomalie. Un nuovo approccio per la sicurezza delle linee ferroviarie.
 
La sfida di un sistema di acquisizione dati distribuito per l'omologazione dinamica di treni ad alta velocità

Francesco Braghin , Poltecnico di Milano

L'omologazione dinamica di treni ad alta velocità ETR1000 rappresenta una vera e propria sfida a causa dell'elevata velocità di prova (fino a circa 400 km/h) e del numero di sensori distribuiti su una distanza di 200 metri.
In questa sessione saranno illustrati i sistemi di acquisizione dati imbarcabili distribuiti che trasferiscono i dati sincronizzati a un’unità centrale di monitoraggio per il personale di bordo.
 
Costruire un “Iron Train” per la simulazione di un veicolo completo

Fabien Ligreau, Safran Engineering

Con l’incremento dell’elettronica a bordo dei treni e i sempre più restrittivi requisiti di sicurezza, nasce la necessità di scovare velocemente errori e bachi all’interno dei processi di sviluppo. Safran Engineering Services ha introdotto il concetto avionico dell’“Iron Bird” nel mondo dei treni attraverso 21 chassis PXI che simulano l’intera elettronica di un treno.

 

Le nuove frontiere del silenzio: ecco come progettare la lavatrice del futuro

Marco Cugnetto, EMEA Testing Tool Developer, Whirlpool

La ricerca avanzata Whirlpool, dopo l'introduzione del Direct Drive con tecnologia Zen, ha sfruttato NI CompactRIO e l'approccio Model Based Design per implementare velocemente il prototipo di una lavatrice che sarà sempre più leader di mercato anche grazie alla sua bassa rumorosità.
 
Real-time testing HIL dell unità controllo motore del veicolo IVECO Daily Electric

Andrea DelMastro / Marco Aimo Boot, AMET / IVECO

In questa sessione AMET presenta la soluzione per il test della ECU di IVECO per il veicolo Daily Electric MY’14. Il sistema si basa sul software di integrazione NI VeriStand, per la comunicazione delle interfacce LabVIEW con i modelli Simulink e TruckSim (dinamica veicolo) offrendo configurabilità del sistema e semplicità d'uso.
 
Sistema HIL per li test di cinghie di trasmissione

Davide Colombo ed Andrea Stuardi, Bylogix

In questa sessione l’azienda Bylogix illustrerà come ha realizzato un banco di test HIL per il collaudo dei componenti di una cinghia di trasmissione. Il banco è basato sulla combinazione dell’hardware PXI e dell’ambiente di test real-time NI VeriStand, offrendo una diretta compilazione di modelli Simulink per il controllo di motori BLDC.

 

I costi nascosti originati una cattiva gestione dei dati

Otmar Foehner, Business Development Manager - DIAdem & Technical Data Management, National Instruments

La continua crescita delle dimensioni e complessità dei dati potrebbe trasformare le decisioni prese attualmente in decisione future non corrette. Il processo di gestione dei dati deve tener conto delle modalità con cui questi vengono localizzati, ispezionati, analizzati e riferiti alle misure reali.
 
La nuova soluzione Enterprise per il Condition Monitoring

Stuart Gillen, Principal Marketing Manager - Condition Monitoring Platform,National Instruments

Scopri la nuova suite per il condition monitoring che ti aiuta a tenere sotto controllo lo stato di salute di macchine rotanti e migliorarne la manutenzione. NI InsightCM Enterprise è la soluzione che integra la piattafoma hardware NI CompactRIO con un software pronto all’uso per gestire da remoto il monitoring e la distribuzione dei target.
 
Prognostica e Healt Management (PHM): metodi, risultati, tendenze

Dr. Piero Baraldi, Aramis3D

La prognostica e Health Management (PHM) è una disciplina atta a prevedere il verificarsi di difetti causati dal deterioramento delle componentistica di sistemi meccanici. Algoritmi di prognostica possono ora essere eseguiti su sistemi embedded per predire decrescite di prestazioni e ottimizzare le strategie di mantenimento.